La casa del futuro ha i giardini pensili che riducono l’inquinamento delle città

    I giardini pensili sono diventati tra le soluzioni progettuali preferite da architetti e designer per rendere più vivibili le città, utilizzando gli alberi come macchie di colore a contrasto del grigio delle metropoli. Ma i motivi di questa moda sono tutt’altro che estetici. Le coperture verdi infatti limitano l’inquinamento acustico: appena 15 centimetri di terra catturano il 94% dell’elettrosmog, comprese le emissioni della rete mobile cellulare. I giardini sul tetto diminuiscono la temperatura dell’ambiente esterno: d’estate una superficie piana inondata dal sole può raggiungere anche gli 80 gradi, mentre se c’è del verde ad assorbire le onde termiche i gradi scendono appena a 25.

    Inoltre, i giardini pensili diminuiscono il pericolo di allagamenti in città: trattengono dal 50 al 90% dell’acqua piovana e la restituiscono gradualmente sotto forma di vapore. Infine, bloccano le polveri sottili nell’aria e costituiscono nuovi habitat per gli uccelli migratori che attraversano le città. I vantaggi di un involucro green sono anche economici. Lo strato impermeabile di copertura sul tetto dura di più perché lo protegge dagli agenti atmosferici e l’isolamento termico comporta consistenti risparmi sulle bollette di luce e gas.

    Quanto costa piantare un giardino pensile? Un esempio pratico viene da David Puchkoff, imprenditore americano, che ha deciso di ricreare l’atmosfera di un tipico cottage di campagna sul tetto del suo appartamento, al sesto piano di un edificio di mattoni nel West Village a New York. Per ricoprire 100 metri quadri ha speso circa 140 dollari al metro quadro. 1.500 dollari sono serviti per sigillare il tetto con una combinazione di polietilene e tessuto in poliestere. Il sistema di irrigazione è costato 3.800 dollari, più 800 di manodopera. Una tonnellata di terra da 2.000 dollari è stata trasportata fino all’ultimo piano con dei tubi dal piano strada per 4.000 dollari. Tra le specie vegetali in giardino, anche 2.200 piante grasse per 1.600 dollari totali di spesa. Oggi, a lavori ultimati, ama sedersi sul suo nuovo portico in giardino e osservare il tramonto oltre l’Empire State Building.

    Chi non vuole accollarsi i lavori di ristrutturazione della propria abitazione per creare un giardino segreto ad uso privato, può acquistare un appartamento dove il verde è già presente in abbondanza. Come nel caso del Bosco Verticale, futuristico grattacielo inaugurato a Milano alla fine del 2014, dove oggi un metro quadro costa oltre 11.000 euro. Progettato dallo Studio Boeri, è composto da due torri residenziali di 111 e 78 metri con 900 alberi ad alto fusto piantati sugli 8.900 metri quadrati di terrazze degli edifici. La vegetazione aiuterà ad assorbire le polveri sottili presenti nell’aria, lo smog e a produrre ossigeno. Un vero capolavoro di architettura made in Italy: il 13 novembre 2015 il Bosco Verticale è stato infatti dichiarato il grattacielo più bello e innovativo del mondo dall’Illinois Institute of Technology di Chicago, battendo anche il One World Trade Center di New York.

    Articoli in evidenza

    Casa-Green

    Come fare

    Case Green: arredare con materiali ecosostenibili e di design

    5.9.2022

    Arredare casa in ottica green: una filosofia semplice, che fa di materiali biodegradabili e oggetti di recupero la base per un nuovo modo di progettare una casa 100% eco-friendly.

    Leggi articolo

    Come fare

    Riqualificazione dei sottotetti: rendimenti fino al 24%

    21.10.2015

    Le ristrutturazioni sono in questo momento una buona soluzione per investitori e imprenditori. Il Laboratorio Gesti.Tec del Politecnico di Milano ha condotto uno studio per…

    Leggi articolo

    Come fare

    Bonus Casa, ecco le regole 2016

    28.10.2015

    La legge di Stabilità 2016, approvata dal consiglio dei ministri il 15 ottobre, conferma a tutto il prossimo anno il pacchetto del cosiddetto Bonus Casa,…

    Leggi articolo

    Come fare

    Come ristrutturare il bagno e sfruttare le agevolazioni fiscali

    29.6.2015

    Per ristrutturare il bagno è possibile beneficiare di alcune detrazioni fiscali, ma a due condizioni: l’immobile deve essere ad uso residenziale i lavori che si andranno…

    Leggi articolo

    Come fare

    Case Green, il futuro è adesso

    7.10.2015

    Il patrimonio immobiliare italiano è obsoleto. Secondo Nomisma, l’83,6% degli edifici nel nostro Paese è stato costruito più di 20 anni fa e solo il…

    Leggi articolo

    Come fare

    Dall’IFA di Berlino la domotica del futuro

    7.10.2015

    In Italia il mercato della domotica è in crescita. Sostenuto anche dagli incentivi fiscali del Governo, dal 50 al 65% per la ristrutturazione edilizia e…

    Leggi articolo

    Come fare

    Fotovoltaico, quanto conviene?

    7.10.2015

    Scadono ufficialmente il 31 dicembre 2015 le detrazioni Irpef dal 50 al 65% per i Bonus Ristrutturazioni ed Energia, valide anche per l’installazione degli impianti…

    Leggi articolo
    tetti-risparmio-energetico

    Come fare

    Tetto a risparmio energetico: tre soluzioni hi-tech per la salvaguardia dell’ambiente

    23.11.2022

    I tetti a risparmio energetico rappresentano una soluzione per rendere la propria casa più sostenibile, riducendo i consumi e salvaguardando l’ambiente. Ma aiutano anche a migliorare la qualità della vita tra le mura domestiche.

    Leggi articolo

    Come fare

    Parquet, è l’ora di sceglierlo

    7.7.2015

    Sostituire il vecchio pavimento di casa con un elegante parquet a listoni oggi non è più economico. I nuovi materiali in commercio (prefinito, multistrato, gres,…

    Leggi articolo

    Come fare

    Il cohousing è la casa del futuro

    21.7.2015

    Condividere le bollette, la spesa, la macchina. Ma anche la lavatrice, i giochi dei bambini e l’orto. Questo è il principio alla base del cohousing….

    Leggi articolo