Le agevolazioni sugli immobili “green” ad alta efficienza energetica

Investire in un immobile “green” ad alta efficienza energetica significa non solo dare un contributo alla salvaguardia dell’ecosistema, ma anche godere di un ambiente domestico più confortevole e risparmiare sulle bollette per la fornitura dell’energia. Grazie alle agevolazioni fiscali previste in Italia, acquistare un’abitazione di questo tipo diventa ancora più conveniente: il provvedimento Milleproroghe 2017 ha infatti esteso fino al 31 dicembre 2017 le detrazioni previste per chi acquista immobili ad alta efficienza energetica.

Quali sono gli immobili “green” ad alta efficienza energetica?

Per immobili ad alta efficienza energetica si intendono tutti quegli edifici progettati per sfruttare al meglio le risorse d’energia, prediligendo quelle di tipo rinnovabile e riducendo al minimo gli sprechi. In base all’impiego e all’efficienza dell’utilizzo delle fonti d’energie gli immobili vengono certificati e classificati come edifici di tipo A, B, C, D, E, F, G, dove A e B sono le due categorie che comprendono gli immobili ad alta efficienza energetica.

Perché investire in immobili di classe energetica A e B?

Vivere in un’abitazione green comporta benefici di diverso tipo:

  • Risparmio economico: più un edificio è efficiente dal punto di vista dell’impiego delle energie, minori saranno gli sprechi e gli esborsi monetari per la fornitura d’energia.
  • Maggior comfort in casa: una casa progettata secondo i criteri dell’alta efficienza diventa anche più confortevole per chi ci vive. La corretta progettazione dell’involucro esterno associata all’installazione di impianti per la fornitura energetica eco-efficienti aiutano a evitare fastidi come umidità, muffa e cattiva qualità dell’aria all’interno della casa.
  • Salvaguardia dell’ambiente: la progettazione, la costruzione e la ristrutturazione di edifici verso l’alta efficienza energetica contribuiscono alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica che si sprigionano dai processi di combustione tradizionalmente utilizzati per la produzione d’energia tanto nel privato quanto nell’industria.

Agevolazioni fiscali per l’acquisto di immobili di classe A o B

Fino al 31 dicembre 2017 chi acquista un immobile nuovo di classe energetica A o B potrà ottenere una detrazione IRPEF pari al 50% dell’IVA pagata al costruttore al momento della compravendita. Il bonus era stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 con validità per lo scorso anno, ma il provvedimento Milleproroghe 2017 ha prolungato il termine per ottenere tali incentivi.

Lo scopo del legislatore è quello di indirizzare sempre più la domanda immobiliare verso l’acquisto di case di nuova costruzione. Queste, infatti, presenteranno in ogni caso caratteristiche migliori rispetto agli immobili vecchi (anche se ristrutturati), per quanto riguarda la resistenza ai sismi e l’efficienza energetica, due ambiti particolarmente sensibili nel territorio Italiano.

Le agevolazioni possono essere richieste tanto per l’acquisto della prima casa quanto per la seconda casa e verranno recuperate dal richiedente attraverso 10 quote, una per ogni anno a partire da quello d’acquisto dell’immobile.

Agevolazioni per gli immobili ristrutturati per l’alta efficienza energetica

La stessa agevolazione, ovvero il 50% di detrazione sull’IVA, si ottiene anche nel caso in cui si acquisti un immobile che abbia subito interventi di ristrutturazione volti al miglioramento dell’efficienza energetica e che abbiano portato l’edificio in questione alla classe A o B. Solitamente gli interventi che vengono eseguiti su di un immobile per innalzarne la classe energetica sono: l’installazione di un impianto fotovoltaico o di un impianto di cogenerazione, l’installazione di pompe di calore o di sorgenti luminose a basso consumo, ma anche gli interventi volti a migliorare l’involucro esterno dell’edificio e quindi il suo isolamento.

Per usufruire dell’agevolazione bisogna aver acquistato l’immobile direttamente dall’impresa che ha eseguito i lavori.

Come si accede alle agevolazioni?

Per ottenere la detrazione IRPEF del 50% sull’IVA pagata per l’acquisto di un immobile nuovo o ristrutturato di classe A o B bisogna rispettare alcuni requisiti:

  • Bisogna essere un soggetto passivo IRPEF, ovvero un privato cittadino
  • L’immobile in questione deve essere acquistato direttamente dall’impresa costruttrice o ristrutturatrice
  • L’immobile in oggetto deve essere acquistato entro il 31 dicembre 2017
  • L’immobile deve essere necessariamente destinato a uso residenziale

Le spese per le quali s’intende richiedere la detrazione devono essere indicate nel modello 730 o nel modello UNICO a seconda del soggetto richiedente (il primo verrà utilizzato dai lavoratori dipendenti, il secondo dai lavoratori autonomi e dai professionisti). In particolare, queste dovranno essere indicate nel rigo E59 della sezione III C relativa al quadro E (ovvero sotto la voce “Oneri e Spese”).

Articoli in evidenza

termovalvole

Come fare

Installazione delle termovalvole: scadenze, benefici e agevolazioni fiscali

9.2.2017

È stata prorogata al 30 giugno 2017 la scadenza per l’installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore individuali nei condomini con riscaldamento centralizzata. Scopri tutti i benefici di questi impianti e le agevolazioni previste.

Leggi articolo
Come rivitalizzare la mansarda della propria casa

Come fare

Come rivitalizzare la mansarda della propria casa

16.2.2017

La vostra casa o la casa che volete acquistare dispone di una mansarda o di un sottotetto e non sapete come sfruttarlo? Il 2017 potrebbe essere l’anno giusto per rivitalizzare questo angolo della vostra futura casa.

Leggi articolo
Tessuto in Juta arredamento

Come fare

Stile Green in 3 mosse: la casa eco-sostenibile è di moda

6.9.2016

Il cittadino moderno è sempre più attento ai temi della sostenibilità ambientale, anche nella propria casa. Ecco 3 mosse per avere uno stile green in casa.

Leggi articolo
Riciclo trend design

Come fare

Il riciclo e il riuso: i nuovi trend dell’arredamento 2017

27.3.2017

L’ecosostenibilità è sempre più centrale nelle scelte d’acquisto. E nel design e dell’arredamento prende sempre più piede la tendenza del riciclo e del riuso.

Leggi articolo
Attestato di Prestazione Energetica

Come fare

Che cos’è l’Attestato di Prestazione Energetica o APE per gli immobili?

10.9.2020

L’Attestato di Prestazione Energetica Immobili (APE) è un documento ufficiale che certifica la classe energetica di un immobile in base ai suoi consumi. Vediamo tutti i dettagli.

Leggi articolo
Back