Lavorare e vivere nelle grandi città: Torino

13.06.2017

Torino è una delle città del Nord più accoglienti per vivere e lavorare. L’Independent l’ha definita “una delle più grandi città italiane, che offre ai visitatori uno spettro di piacevole indulgenza che va dalla cultura di livello alla sublime cioccolata”, delle parole che testimoniano come Torino sia una città accogliente, culturalmente viva e ricca di attrattive e opportunità.

Scopriamo assieme lo spirito della città e le possibilità che offre per chi voglia lavorarci e viverci.

Lavorare a Torino, città ricca di opportunità

Torino è sinonimo di eleganza ed equilibrio: una città che coniuga spinte intellettuali ed industriali, che ospita un vivace settore editoriale accanto ad eccellenze tecnologiche. Secondo i dati raccolti dalla banca d’Italia al 2015, il panorama professionale è ampio e vario:

  • Torino è la città della grande industria meccanica: la presenza di aziende storiche legate alla produzione di autoveicoli, motori e componentistica apre ad una vasta gamma di posizioni: dall’amministrazione alla produzione, dal product design alla logistica.
  • La città è anche famosa per il Politecnico e la formazione d’eccellenza. Le professioni tecniche e scientifiche qui trovano numerosi sbocchi professionali.
  • Il mondo dell’editoria è vivace: scrittori, editori, designer, ma anche grafici, fotografi, pubblicitari e disegnatori possono mettersi in gioco.
  • Anche il cinema trova spazio: registi, disegnatori artistici, coreografi, compositori, tecnici dello spettacolo e di produzione, attori e musicisti trovano un ambiente recettivo.
  • Infine c’è il settore delle costruzioni che vede in Torino una città piuttosto attiva.

Vivere a Torino: i migliori quartieri dove abitare a Torino

La città di Torino è sfaccettata e si conforma alle più disparate esigenze dei suoi abitanti. Le opzioni sono tante, così come le fasce di prezzo accessibili: ecco una rassegna dei migliori quartieri torinesi.

Torino Piazza Vittorio

Quartiere Roma

Il quartiere attiguo a via Roma, detto anche Quadrilatero Romano, coincide con l’antica colonia romana di Julia Augusta Taurinorum. Ancora oggi, a osservarla dal vivo o a esaminarne la piantina, salta all’occhio l’incrocio dato da due grandi vie ortogonali, chiaro segnale dell’urbanizzazione avviata in epoca romana. Il quadrilatero romano è situato in posizione centrale e privilegia le attività commerciali e culturali. Sotto i famosi portici si alternano eleganti caffè, boutique di lusso e negozi di abbigliamento. Anche la cultura trova largo spazio, con il famoso Museo Egizio si trova in quest’area. Il prezzo medio nell’area di via Roma è attorno ai 2.500 € al metro quadro.

Centro storico

Il centro storico di Torino è la zona privilegiata della città. Abitare nel centro storico significa stare a stretto contatto con l’attività culturale e mondana, con le vie dello shopping, i musei e i teatri, incastonati tra i caratteristici portici. La vita nel centro storico scorre in un ambiente elegante e ben servito dal trasporto urbano. Le abitazioni del centro storico di Torino sono piuttosto ambite. Il prezzo medio nell’area tra Carlo Emanuele II e Solferino si aggira attorno ai 2.500 € al metro quadro. L’area compresa tra Vinzaglio, Garibaldi e Castello, invece, tocca i 2.600 € al metro quadro di prezzo medio.

Crocetta

La zona residenziale di Crocetta è tra quelle di maggior prestigio a Torino. Quest’area è caratterizzata da influenze architettoniche eclettiche, con tocchi neogotici, e dal trionfo dello stile Liberty. L’area che include Corso Einaudi, Corso Duca degli Abruzzi, Corso Montevecchio e Corso Galileo Ferraris è davvero una vetrina spettacolare per gli occhi.  Il prezzo medio nella zona che comprende Galileo Ferraris, De Gasperi e San Secondo ha un prezzo medio al metro quadro attorno ai 2.000 €. L’area tra Duca d’Aosta e Politecnico vede invece un costo medio al metro quadro di 2.500€.

Borgo San Paolo

Assieme a Santa Rita, Borgo San Polo è un altro ottimo quartiere per abitare a Torino. Il quartiere è ben servito dai mezzi di trasporto, vicino al centro e con prezzi al metro quadro contenuti. Borgo San Paolo ha visto sorgere nei primi anni del ventesimo secolo gli importanti stabilimenti di Lancia, SIP, Ansaldo e Pininfarina. Le grandi fabbriche diedero un grande impulso alla crescita urbana e demografica, sia del borgo che delle zone limitrofe. L’area di Borgo San Paolo vede un prezzo al metro quadro medio di 1.900€.

Santa Rita

Il quartiere Santa Rita è uno considerato dei più vivibili della città. Racchiude una zona vicina al centro, ma con dei costi meno sostenuti per l’acquisto della casa. Il quartiere si è densamente popolato tra gli anni sessanta e settanta e oggi è ricco di servizi ed esercizi pubblici. Nella zona sono inoltre presenti lo Stadio Olimpico di calcio, il Palasport Olimpico e i parchi Rignon e Piazza d’Armi. Il costo medio al metro quadro di un’abitazione nella zona Santa Rita – Mirafiori è attorno ai 1.700€.

San Donato

Il quartiere di San Donato è stato inglobato nella cosiddetta Spina 3, un’ampia zona di Torino inserita nel contesto dell’opera di trasformazione urbana noto come Spina Centrale, i cui cantieri partirono attorno all’anno 2000. La Spina 3 coinvolse anche i quartieri di Borgata Vittoriana e Madonna di Campagna. L’area tra il corso Ottone Rosai e il fiume Dora ha visto erigersi il centro commerciale Parco Dora, comprensivo di cinema multisala e ad est di via Livorno l’Environment Park, un parco scientifico-tecnologico. L’area compresa tra San Donato, Spina 3 – Eurotorino e Madonna di Campagna ha un costo medio al metro quadro pari a 1.650€.

Vanchiglia

Situato tra il confine nord-est del centro storico cittadino e la confluenza dei fiumi Po e Dora Ripara, c’è lo storico quartiere Vanchiglia. All’inizio del ventesimo secolo fu uno dei fulcri produttivi della città, ma la favorevole posizione centrale e la vicinanza alle sedi dell’Università ne hanno influenzato il percorso evolutivo. Negli anni più recenti la zona si è trasformata fino a diventare una delle aree più floride per la creatività artistica e per le attività commerciali di Torino. L’arte, l’architettura, il design, la pittura, la scultura, il teatro, la musica e il cinema qui trovano numerose aree di condivisione e di incontro. Il costo medio al metro quadro nel quartiere Vanchiglia è pari a 2.136 €.

San Salvario/Dante/Valentino

La presenza del parco del Valentino rende l’area prossima a San Salvario uno tra i polmoni verdi della città di Torino. Il quartiere pullula di vita: non solo locali multietnici, pub, ristoranti e rosticcerie che regalano sapori da ogni angolo del mondo, ma anche tanti poli culturali dedicati agli abitanti e ai turisti che esplorano la città. La vicinanza alla Chiesa del Sacro Cuore e al Castello di Valentino, dentro l’omonimo parco, danno un tocco di valore ulteriore a quest’area zona residenziale in continua evoluzione. Il costo medio al metro quadro di un’abitazione collocata tra San Salvario, Dante e Valentino è pari circa 2.000 €.

Come spostarsi a Torino: la rete di trasporto pubblico

La città di Torino è ben servita dai mezzi di trasporto pubblici, essendo dotata di un sistema che integra la linea metropolitana, tram, autobus e filobus.

La metropolitana di Torino è stata attivata nella sua prima parte nel 2006, in occasione delle Olimpiadi Invernali. La linea è lunga ben 13,3 km e comprende 21 stazioni, consentendo un’ampia copertura per chi voglia spostarsi rapidamente da un lato all’altro della città. Il tempo totale di percorrenza è pari a 25 minuti. La metropolitana è gestita, unitamente ai mezzi di superficie, dal Gruppo Torinese Trasporti (GTT).

Il trasporto urbano e suburbano di Torino viene utilizzato ogni giorno da oltre 640.000 persone. Serve la città di Torino e i comuni della prima cintura. Attraverso le 8 linee tranviarie e le oltre 80 vie automobilistiche i mezzi pubblici percorrono oltre 56 milioni di km all’anno.